REAL-WORLD INSIGHTS

Ottieni le più recenti notizie ed opinioni da alcuni degli specialisti di negoziazione più esperti.

ISCRIVITI AL NOSTRO BLOG

Pubblicato: gen 09 , 2017
Autore: Stefano Beretta

Nel nostro mondo contemporaneo di iper-incertezza, dove siamo costantemente sorpresi (e spesso sconvolti) da risultati inaspettati, i dati sembrano essere nostri amici. Più informazioni raccogliamo ed interpretiamo, meglio possiamo analizzare il passato e più si può essere certi del futuro. Le informazioni riducono l'incertezza. La fallacia dei dati è che, ben lontana dal ridurre l'incertezza, è una causa significativa di iper-incertezza. Ad esempio, i sondaggi di opinione sono vaste raccolte di dati, accuratamente selezionati per essere rappresentativi, che dovrebbero prevedere eventi futuri con maggiore certezza rispetto a congetture o delle sensazioni. Ma attualmente siamo esposti a tutti i problemi che derivano dall'iper-incertezza proprio perché i sondaggi hanno dimostrato di essere sbagliati più e più volte. Nel Regno Unito le elezioni generali del 2015. Nel referendum colombiano dell'ottobre 2016 per l'approvazione dell'accordo di pace con le FARC. Nel 2016 nel Regno Unito nel referendum sulla Brexit. Nel 2016 negli Stati Uniti nelle elezioni presidenziali.

Pubblicato: nov 30 , 2016
Autore: Stefano Beretta

Due domande: Durante la negoziazione, vuoi che la controparte agisca ragionevolmente? E' una buona strategia essere ragionevoli durante la negoziazione? La maggior parte delle persone dirà di sì alla prima domanda. Sarebbe folle non non affermarlo. La seconda domanda invece è un po' un dilemma. Siamo a volte tentati a partire alti o bassi, di gonfiare ed esagerare quello che realmente prospettiamo di essere in grado di raggiungere. Perché questo è ciò che dobbiamo fare, giusto?

Pubblicato: ott 24 , 2016
Autore: Stefano Beretta

Cosa hanno in comune il gelato Ben & Jerry, Pot Noodles, Persil, il sapone Dove e Marmite? Sono tutti prodotti da Unilever. Che cosa hanno in comune Unilever e Tesco? Dave Lewis, attuale capo di Tesco, ha trascorso la maggior parte della sua carriera in Unilever, prima di essere arruolato da Tesco. Che cosa ha a che fare tutto questo con la negoziazione? Ebbene, dopo essere stati in una situazione di stallo che minacciava di danneggiare entrambe le parti, le parti si sono incontrate giovedi 13 ottobre e si è raggiunto un accordo. Noi di Scotwork abbiamo sempre sostenuto che i fattori esterni sono la causa più comune dei tipi di conflitti che hanno bisogno di soluzioni negoziate e quello che è successo tra Tesco e Unilever è un classico esempio. I fattori esterni non possono essere molto più importanti della Brexit!

Ultimi post:

La fallacia delle informazioni

Nel nostro mondo contemporaneo di iper-incertezza, dove siamo costantemente sorpresi (e spesso sconvolti) da risultati inaspettati, i dati sembrano essere nostri amici. Più informazioni raccogliamo ed interpretiamo, meglio possiamo analizzare il passato e più si può essere certi del futuro. Le informazioni riducono l'incertezza. La fallacia dei dati è che, ben lontana dal ridurre l'incertezza, è una causa significativa di iper-incertezza. Ad esempio, i sondaggi di opinione sono vaste raccolte di dati, accuratamente selezionati per essere rappresentativi, che dovrebbero prevedere eventi futuri con maggiore certezza rispetto a congetture o delle sensazioni. Ma attualmente siamo esposti a tutti i problemi che derivano dall'iper-incertezza proprio perché i sondaggi hanno dimostrato di essere sbagliati più e più volte. Nel Regno Unito le elezioni generali del 2015. Nel referendum colombiano dell'ottobre 2016 per l'approvazione dell'accordo di pace con le FARC. Nel 2016 nel Regno Unito nel referendum sulla Brexit. Nel 2016 negli Stati Uniti nelle elezioni presidenziali.

Ultimi tweet:

Società licenziataria in Italia: Scotwork Italia s.r.l.
Via Pontida 1/a
Legnano
20025
Italia
+39 02 87168862
info.it@scotwork.com
Seguici
cpd.png
voty2016_sign_gold.png
;